STREET VIEW
Aiuto?

Booking

Ti risponderemo senza impegno entro 24 ore
Quanti adulti?
Bambini 0-3 anni
Bambini 4-8 anni
 

Booking

Quanti adulti?
Bambini 0-3 anni
Bambini 4-8 anni
 

Le vestigia romaniche della Valle del Fiastra

Urbisaglia e l’abbazia di Fiastra

Dal colle di Macerata il fiume Fiastra scende in breve tempo alla valle del Chienti, per poi risalire la valle del Fiastra e del Fiastrella sino al Piano di Pieca e scendendo nuovamente alla valle del Tennàcola. Superate le modeste alture, il fiume termina ad Amàndola nella valle del Tenna. Sebbene di estensione moderata, il territorio che si sviluppa attorno al fiume offre molteplici punti di interesse; a cominciare con l'Abbazia di Fiastra, situata all'interno della Riserva Naturale Abbadia di Fiastra, per la sua struttura di tipo cistercense e i residui affreschi all'interno (sec. XV-XVI) fino ai cospicui resti romani della cittadina di Urbisaglia.

Notevolissima costruzione di forme cistercensi, tipica del periodo di transizione dal romanico al gotico, l'Abbazia di Fiastra fu fondata nel 1142, quando Guarnerio II, duca di Spoleto e marchese della Marca di Ancona, donò un vasto territorio nei pressi del fiume Fiastra ai Monaci Cistercensi dell'Abbazia di Chiaravalle di Milano. La Chiesa di S. Maria Annunziata è una monumentale costruzione regolata dalle severe forme cistercensi, al cui interno i restauri hanno valorizzato quanto rimasto della decorazione ad affresco operata a cura dei cardinali commendatari nel presbiterio. A fianco della chiesa vi è il monastero, costruito secondo gli schemi cistercensi come un grande quadrato, che racchiude un grandioso chiostro ricostruito alla fine del sec. XV in laterizio con bassi pilastri poligonali su zoccolo, archi ribassati e coperture a capriate. Notevole è anche il Palazzo Giustiniani Bandini del XIX secolo e l'annesso giardino all'inglese ricco di piante secolari: attualmente il Palazzo è sede della Fondazione Giustiniani Bandini e ospita un importante centro congressi.

Città della V Regio Augustea (Picenum) Urbs Salvia si trovava all'incrocio di due importanti strade, quella che univa Fermo a San Severino Marche e Macerata ad Ascoli Piceno. Fu municipio in epoca repubblicana ed in seguito, sotto Augusto, colonia. Il Parco Archeologico di Urbisaglia si sviluppa per circa 40 ettari ed il percorso di visita consente di cogliere nella sua interezza la struttura di una tipica città romana. Nel punto più alto è collocato il Serbatoio dell'acquedotto, due gallerie parallele che rifornivano d'acqua la città sottostante. Più in basso vi è il Teatro, costruito nel I secolo in laterizi, è uno dei più grandi d'Italia e l'unico che conservi consistenti tracce di intonaco dipinto. Ai piedi della collina sorge la maestosa area sacra, costruita da un tempio minore e da un grande Tempio con criptoportico, corridoio sotterraneo dove si possono ammirare pregevoli affreschi con iconografie legate alla propaganda augustea e deliziosi riquadri con scene di animali intervallate da maschere lunari. Al di fuori dell'imponente Cinta muraria, risalente al secolo XVI, si trova l'Anfiteatro fatto costruire da Flavio Silva Nonio Basso alla fine del I sec. Nei pressi dell'anfiteatro sorgono due imponenti Monumenti funerari.

*
*

Viale Scarfiotti 13, 62017
Porto Recanati, MC - Italy

  • AUTOSTRADA

    Autostrada A14 >USCITA Loreto - Porto Recanati >PRIMA strada a destra, seguire le indicazioni per Numana.


    IN TRENO

    Stazione di Ancona: circa 30 km.
    Stazione di Porto Recanati: circa 5 km.


    IN AEREO

    L'aeroporto di Ancona è il punto ideale per raggiungere agevolmente in 30 minuti circa il Camping Bellamare, sia con l’auto che con i trasporti pubblici.

    Torna alla mappa

Web Marketing e Siti Internet Omnigraf - Web Marketing e Siti Internet