Sirolo e Numana

Borghi incastonati nel verde e nel blu

Situati alle pendici del versante meridionale del Monte Conero, oltre a godere della pittoresca posizione a picco sul mare, i borghi di Sirolo e Numana rappresentano due tra i maggiori centri balneari della Riviera del Conero.

Di impianto medievale con struttura a graticcio, Sirolo fu feudo dei conti Cortesi, di cui fu castello forticato e successivamente passò sotto Ancona nel 1225. Sulla piazza principale sono situati la chiesa del SS. Sacramento, il cui piccolo portale presenta il rilievo quattrocentesco raffigurante una “Madonna col Bambino“ e il Teatro Cortesi, splendido esempio di ottocentesco teatro a “bomboniera“. Durante il periodo estivo, uno dei punti di interesse maggiori è senza dubbio il Teatro alle Cave, uno spazio open-air ricavato da una cava caduta in disuso situata all'interno di un'area boschiva. L'area tra Sirolo e Numana, abitata fin dall'epoca preistorica, è ricca di scavi archeologici, molti dei quali ancora in corso. In località I Pini si trova una delle più grandi necropoli picene dove sono state ritrovate varie tombe gentilizie a circolo (VI-IV sec. a.C.) tra cui quella della principessa (VI sec a.C.) di straordinarie dimensioni e interessante per la presenza nel corredo sepolcrale di due carri piceni, ora in restauro all'Antiquarium di Numana.

Sorsa in località già abitata nella preistoria, Numana fu porto dei Piceni molto frequentato dai Greci che vi scambiavano i loro prodotti con quelli delle popolazioni all'interno. Il borgo si compone di due parti: Numana Alta, raccolta tra il verde sulle estreme pendici del monte monte a picco su una spiaggia ghiaiosa e Numana Bassa, estesa lungo il mare, presso il porticciolo. Sulla centrale piazza del Santuario si trovano il palazzo del Municipio (1773), un tempo residenza estiva dei vescovi di Ancona e il Santuario del Crocifisso, ricostruito in forme moderne nel 1969. In prossimità della chiesa, si incontra una fonte restaurata che costituisce quanto resta di un antico acquedotto romano proveniente dal Conero. Dietro all'ex palazzo del Municipio si situa l'Antiquarium statale che raccoglie la maggior parte del materiale archeologico scoperto nel territorio di Sirolo e Numana e che offre una documentazione completa della cività picena sviluppatasi nella zona dal sec. VII a.C. all'età romana. Dalla piazza principale si segue la via Roma che porta alla piazzetta della Torre a picco sul mare. Vi si trovano i resti di una torre, crollata nel 1928, forse avanzo della cinta medievale.

Richiedi un preventivo

e pianifica con noi la tua vacanza

Tel. +39 071 976628
info@bellamare.it

Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Web Marketing e Siti Internet per Hotel Omnigraf - Web Marketing e Siti Internet